Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

Convenzione adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 Dicembre 1948

NOTA della redazione di questo sito: la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani ha una grandissima rilevanza etica in quanto potrebbe costituire la base di un sistema morale in cui viene definito immorale fare cose che contrastino con la dichiarazione, e moralmente lodevole contribuire all'applicazione universale della dichiarazione e alla difesa delle persone i cui diritti vengano violati.

Preambolo

Considerato che il riconoscimento della dignit inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, costituisce il fondamento della libert, della giustizia e della pace nel mondo;

Considerato che il disconoscimento e il disprezzo dei diritti umani hanno portato ad atti di barbarie che offendono la coscienza dell'umanit, e che l'avvento di un mondo in cui gli esseri umani godano della libert di parola e di credo e della libert dal timore e dal bisogno stato proclamato come la pi alta aspirazione dell'uomo;

Considerato che indispensabile che i diritti umani siano protetti da norme giuridiche, se si vuole evitare che l'uomo sia costretto a ricorrere, come ultima istanza, alla ribellione contro la tirannia e l'oppressione;

Considerato che indispensabile promuovere lo sviluppo di rapporti amichevoli tra le Nazioni;

Considerato che i popoli delle Nazioni Unite hanno riaffermato nello Statuto la loro fede nei diritti umani fondamentali, nella dignit e nel valore della persona umana, nell'uguaglianza dei diritti dell'uomo e della donna, ed hanno deciso di promuovere il progresso sociale e un miglior tenore di vita in una maggiore libert;

Considerato che gli Stati membri si sono impegnati a perseguire, in cooperazione con le Nazioni Unite, il rispetto e l'osservanza universale dei diritti umani e delle libert fondamentali;

Considerato che una concezione comune di questi diritti e di questa libert della massima importanza per la piena realizzazione di questi impegni;

L'ASSEMBLEA GENERALE

proclama

la presente dichiarazione universale dei diritti umani come ideale comune da raggiungersi da tutti i popoli e da tutte le Nazioni, al fine che ogni individuo ed ogni organo della societ, avendo costantemente presente questa Dichiarazione, si sforzi di promuovere, con l'insegnamento e l'educazione, il rispetto di questi diritti e di queste libert e di garantirne, mediante misure progressive di carattere nazionale e internazionale, l'universale ed effettivo riconoscimento e rispetto tanto fra i popoli degli stessi Stati membri, quanto fra quelli dei territori sottoposti alla loro giurisdizione.

Articolo 1


Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignit e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

Articolo 2


Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libert enunciate nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione. Nessuna distinzione sar inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del paese o del territorio cui una persona appartiene, sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi limitazione di sovranit.

Articolo 3


Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libert ed alla sicurezza della propria persona.

Articolo 4

Nessun individuo potr essere tenuto in stato di schiavit o di servit; la schiavit e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma.

Articolo 5

Nessun individuo potr essere sottoposto a tortura o a trattamento o a punizione crudeli, inumani o degradanti.

Articolo 6

Ogni individuo ha diritto, in ogni luogo, al riconoscimento della sua personalit giuridica.

Articolo 7

Tutti sono eguali dinanzi alla legge e hanno diritto, senza alcuna discriminazione, ad una eguale tutela da parte della legge. Tutti hanno diritto ad una eguale tutela contro ogni discriminazione che violi la presente Dichiarazione come contro qualsiasi incitamento a tale discriminazione.

Articolo 8

Ogni individuo ha diritto ad un'effettiva possibilit di ricorso a competenti tribunali contro atti che violino i diritti fondamentali a lui riconosciuti dalla costituzione o dalla legge.

Articolo 9

Nessun individuo potr essere arbitrariamente arrestato, detenuto o esiliato.

Articolo 10

Ogni individuo ha diritto, in posizione di piena uguaglianza, ad una equa e pubblica udienza davanti ad un tribunale indipendente e imparziale, al fine della determinazione dei suoi diritti e dei suoi doveri, nonch della fondatezza di ogni accusa penale che gli venga rivolta.

Articolo 11

Ogni individuo accusato di un reato presunto innocente sino a che la sua colpevolezza non sia stata provata legalmente in un pubblico processo nel quale egli abbia avuto tutte le garanzie necessarie per la sua difesa.

Nessun individuo sar condannato per un comportamento commissivo od omissivo che, al momento in cui sia stato perpetrato, non costituisse reato secondo il diritto interno o secondo il diritto internazionale. Non potr del pari essere inflitta alcuna pena superiore a quella applicabile al momento in cui il reato sia stato commesso.

Articolo 12

Nessun individuo potr essere sottoposto ad interferenze arbitrarie nella sua vita privata, nella sua famiglia, nella sua casa, nella sua corrispondenza, n a lesione del suo onore e della sua reputazione. Ogni individuo ha diritto ad essere tutelato dalla legge contro tali interferenze o lesioni.

Articolo 13


Ogni individuo ha diritto alla libert di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato.

Ogni individuo ha diritto di lasciare qualsiasi paese, incluso il proprio, e di ritornare nel proprio paese.

Articolo 14

Ogni individuo ha il diritto di cercare e di godere in altri paesi asilo dalle persecuzioni.

Questo diritto non potr essere invocato qualora l'individuo sia realmente ricercato per reati non politici o per azioni contrarie ai fini e ai principi delle Nazioni Unite.

Articolo 15

Ogni individuo ha diritto ad una cittadinanza.

Nessun individuo potr essere arbitrariamente privato della sua cittadinanza, n del diritto di mutare cittadinanza.

Articolo 16

Uomini e donne in et adatta hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, senza alcuna limitazione di razza, cittadinanza o religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all'atto del suo scioglimento.

Il matrimonio potr essere concluso soltanto con il libero e pieno consenso dei futuri coniugi.

La famiglia il nucleo naturale e fondamentale della societ e ha diritto ad essere protetta dalla societ e dallo Stato.

Articolo 17


Ogni individuo ha il diritto ad avere una propriet sua personale o in comune con altri.

Nessun individuo potr essere arbitrariamente privato della sua propriet.

Articolo 18

Ogni individuo ha diritto alla libert di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libert di cambiare di religione o di credo, e la libert di manifestare, isolatamente o in comune, e sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell'insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell'osservanza dei riti.

Articolo 19


Ogni individuo ha diritto alla libert di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.

Articolo 20

Ogni individuo ha diritto alla libert di riunione e di associazione pacifica.

Nessuno pu essere costretto a far parte di un'associazione.

Articolo 21

Ogni individuo ha diritto di partecipare al governo del proprio paese, sia direttamente, sia attraverso rappresentanti liberamente scelti.

Ogni individuo ha diritto di accedere in condizioni di eguaglianza ai pubblici impieghi del proprio paese.

La volont popolare il fondamento dell'autorit del governo; tale volont deve essere espressa attraverso periodiche e veritiere elezioni, effettuate a suffragio universale ed eguale, ed a voto segreto, o secondo una procedura equivalente di libera votazione.

Articolo 22


Ogni individuo, in quanto membro della societ, ha diritto alla sicurezza sociale, nonch alla realizzazione attraverso lo sforzo nazionale e la cooperazione internazionale ed in rapporto con l'organizzazione e le risorse di ogni Stato, dei diritti economici, sociali e culturali indispensabili alla sua dignit ed al libero sviluppo della sua personalit.

Articolo 23

Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell'impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione.

Ogni individuo, senza discriminazione, ha diritto ad eguale retribuzione per eguale lavoro.

Ogni individuo che lavora ha diritto ad una remunerazione equa e soddisfacente che assicuri a lui stesso e alla sua famiglia una esistenza conforme alla dignit umana ed integrata, se necessario, da altri mezzi di protezione sociale.

Ogni individuo ha diritto di fondare dei sindacati e di aderirvi per la difesa dei propri interessi.

Articolo 24


Ogni individuo ha diritto al riposo ed allo svago, comprendendo in ci una ragionevole limitazione delle ore di lavoro e ferie periodiche retribuite.

Articolo 25

Ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all'alimentazione, al vestiario, all'abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari; ed ha diritto alla sicurezza in caso di disoccupazione, malattia, invalidit, vedovanza, vecchiaia o in altro caso di perdita di mezzi di sussistenza per circostanze indipendenti dalla sua volont.

La maternit e l'infanzia hanno diritto a speciali cure ed assistenza. Tutti i bambini, nati nel matrimonio o fuori di esso, devono godere della stessa protezione sociale.

Articolo 26


Ogni individuo ha diritto all'istruzione. L'istruzione deve essere gratuita almeno per quanto riguarda le classi elementari e fondamentali. L'istruzione elementare deve essere obbligatoria. L'istruzione tecnica e professionale deve essere messa alla portata di tutti e l'istruzione superiore deve essere egualmente accessibile a tutti sulla base del merito.

L'istruzione deve essere indirizzata al pieno sviluppo della personalit umana ed al rafforzamento del rispetto dei diritti umani e delle libert fondamentali. Essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza, l'amicizia fra tutte le Nazioni, i gruppi razziali e religiosi, e deve favorire l'opera delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace.

I genitori hanno diritto di priorit nella scelta del genere di istruzione da impartire ai loro figli.

Articolo 27


Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunit, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico ed ai suoi benefici.

Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autore.

Articolo 28


Ogni individuo ha diritto ad un ordine sociale e internazionale nel quale i diritti e le libert enunciati in questa Dichiarazione possano essere pienamente realizzati.

Articolo 29


Ogni individuo ha dei doveri verso la comunit, nella quale soltanto possibile il libero e pieno sviluppo della sua personalit.

Nell'esercizio dei suoi diritti e delle sue libert, ognuno deve essere sottoposto soltanto a quelle limitazioni che sono stabilite dalla legge per assicurare il riconoscimento e il rispetto dei diritti e delle libert degli altri e per soddisfare le giuste esigenze della morale, dell'ordine pubblico e del benessere generale in una societ democratica.

Questi diritti e queste libert non possono in nessun caso essere esercitati in contrasto con i fini e principi delle Nazioni Unite.

Articolo 30

Nulla nella presente Dichiarazione pu essere interpretato nel senso di implicare un diritto di un qualsiasi Stato, gruppo o persona di esercitare un'attivit o di compiere un atto mirante alla distruzione di alcuno dei diritti e delle libert in essa enunciati.

 
I nostri sponsor

All-in-1 Personal Orgnaizer

All-in-1 Personal Organizer per Windows. Database personale, agenda, diario, rubrica e strumenti per stimolazione mentale, riflessione, auto-analisi e auto-miglioramento. Per saperne di pi....

___________________

Smart Quote Organizer

Smart Quote Organizer per Windows. Il database ideale per collezionare, organizzare e visualizzare aforismi e citazioni. Per saperne di pi....



IndyCar driver Josef Newgarden survives horrific Firestone 600 crash IndyCar driver Josef Newgarden miraculously walked away with only a broken right collarbone and a small fracture in his right hand after a horrific crash during the Firestone 600 in Texas. Newgarden was attempting to pass longtime friend Conor Daly near the start/finish line of the 42nd lap when Daly lost traction and his car snapped violently to the right, smashing Newgarden into the wall. The impact flipped Newgarden's car onto its right side, leaving his open cockpit exposed as the vehicles briefly separated before Daly's car drove him into the SAFER barrier on the outside of the track for a second time. Scroll down for video IndyCar driver Josef Newgarden miraculously walked away after this horrific crash during the Firestone 600 in Texas on Sunday. Newgarden's car is pictured left at the Texas Motor Speedway The two-car wreck occurred as Newgarden attempted to pass longtime friend Conor Daly's car (the white and green car pictured behind him) and Daly lost control of his vehicle Newgarden, 25, (pictured giving a thumbs up from his hospital bed on Sunday) suffered a broken right collarbone and a small fracture in his right hand Newgarden, 25, was able to climb out of his car but only stood briefly beside it before he crumbled into a sitting position on the track at Texas Motor Speedway. He could be seen pointing to his right shoulder as he talked with safety officials. He was then placed on a stretcher, where he gave a thumbs-up to the crowd with his left arm. pre bonded hairNewgarden was transported via ambulance to the infield care center before he was airlifted to the Parkland Memorial Center in Dallas, according to ESPN. The young driver seemed to be in good spirits at the hospital, posting a picture from his bed on Instagram and writing that he would be 'ready to kick some a**' in the near future. 'I'll be ready to rock soon enough,' he continued. 'I'm gonna drink a ton of milkshakes, heal my bones and get my a** back into the car. I'm so fortunate to have so many wonderful people in my corner.' Newgarden, who was expected to be released from the hospital on Sunday night, wrote that he was also 'very happy' that 24-year-old Daly was okay as well. Daly, who was not injured, apologized to Newgarden at the infield care center and took full blame for the crash, calling it a 'rookie mistake'. Newgarden was attempting to pass longtime friend Conor Daly near the start/finish line of the 42nd lap when Daly lost traction and his car snapped violently to the right, smashing Newgarden into the wall (pictured) The impact flipped Newgarden's car onto its right side, leaving his open cockpit exposed as the vehicles briefly separated before Daly's car drove him into the SAFER barrier on the outside of the track a second time

The cars were heavily damaged, as was the SAFER barrier that absorbed the impact when Newgarden hit the wall during Sunday's race 'He's a tough kid, I grew up with him,' Daly said. 'I feel so bad. To ruin someone's race is never cool.' Daly was one of the last drivers on the track still driving with the same tires he began the race with when he lost control while exiting Turn 4. 'It felt like the right rear (tire) just went and lost all grip and basically drifted from (Turns) 3 to 4,' Daly said, according to USA Today. 'I couldn't get out of (the throttle) quick enough. It's my fault. I lost it in front of Josef.' Both cars were heavily damaged, as was the SAFER barrier that absorbed the impact when Newgarden hit the wall. 'In a situation like that it doesn't really matter whose car it is,' said Ed Carpenter, Newgarden's car owner and teammate. 'Obviously I went by and saw it was bright green, and just asked if Josef was all right. From what I can tell, it could have been a whole lot worse. As a team owner, you don't really care about the car.' Both Carpenter and IndyCar president Jay Frye said Newgarden's car and the SAFER barriers did a 'very good job' protecting the racer. Daly (pictured), who was not injured, apologized to Newgarden at the infield care center and took full blame for the crash, calling it a 'rookie mistake' Newgarden, 25, was able to climb out of his car but only stood briefly beside it before he crumbled into a sitting position on the track at Texas Motor Speedway He could be seen pointing to his right shoulder as he talked with safety officials. He was then placed on a stretcher, where he gave a thumbs-up to the crowd with his left arm remy hair extensionsCarpenter noted that Newgarden's helmet wasn't even scuffed. Newgarden released a statement thanking IndyCar and the Holmatro Safety Team, noting that their response after the accident was 'amazing'. 'I'm banged up a little bit but I'm generally okay,' he said. 'That's all thanks to IndyCar and all the work everyone within the series does.' Newgarden, a Nashville native, has been hailed as a rising star in the IndyCar series. He placed third in last month's Indianapolis 500 and was ranked fourth in the 2016 points standings before the Firestone 600. Daly, from Noblesville, Indiana, is currently racing in his first full IndyCar season and placed second in the Chevrolet Detroit Belle Isle Grand Prix last week. Only 71 of the scheduled 248 laps of the Fortune 600 were completed before heavy rain brought the race to a halt. It was the second time the race, originally scheduled for Saturday, had to be postponed because of the weather. As there was a 50 percent chance of rain on Monday, the resumption of the race was rescheduled to August 27.

Caitlyn Jenner's docu-series has officially been cancelled after two seasons. The 66-year-old confirmed weeks of rumours that I Am Cait is coming to an end on her Twitter page on Tuesday. 'After 2 amazing seasons of @IAmCait, it's time for the next adventure,' Caitlyn shared. 'Thank you E! & thank you to the best girlfriends I could ask for!' Coming to an end: Caitlyn Jenner (pictured last month) confirmed on Tuesday that I Am Cait has been cancelled after two seasons The news doesn't come as a surprise following much speculation that the show would not return due to low ratings. I Am Cait debuted strong in July of last year, with 2.73million viewers tuning in for the series premiere. However the show failed to hold onto its audience in its second season. Just 860,000 viewers watched the season two finale, with ratings dipping as low as 480,000 during the season. perruques cheveux naturels'Thank you E!': The 66-year-old announced the news on her Twitter page and said 'it's time for the next adventure'

Sharing her story: The docu-series followed Caitlyn after her gender transition perruques cheveux'There just weren’t enough viewers,' a source told Radar Online earlier this month. 'The show can’t compete with other programming.' E! released a statement shortly afterwards saying that 'no decision had been made' at that time regarding the future of the show. I Am Cait followed the life of the Olympian, who was born Bruce, after her gender transition. The series was announced by E! immediately after Caitlyn's 20/20 interview with Diane Sawyer in April 2015, in which she revealed she identifies as female. Losing its audience: The show debuted strong, but failed to hold onto viewers during its second season Call me Caitlyn: The series was announced by E! immediately after Caitlyn's 20/20 interview with Diane Sawyer in April 2015, in which she revealed she identifies as female

Caitlyn starred in the show alongside other members of the transgender community, including Jennifer Finney Boylan, Candis Cayne, Chandi Moore, Zackary Drucker and Kate Bornstein, and famously clashed with her co-stars over her support of the Republican party. Jenny shared on Facebook following the news: 'It's official as of today-- I AM CAIT will not be renewed for season 3. I am so very proud of being part of this show, and of its creators Andrea Metz and Jeff Olde in particular, who directed us with passion and grace. 'I am grateful for the warm friendships I made with Chandi Moore and Candis Cayne and @katebornstein and Zackary Drucker and @ellagieselle and all of you. (and Kip Zachary and Courtney Nanson, who made us look so fine!) There is more work to do, and I send everyone my love.' 'I am so very proud': Jennifer Finney Boylan shared a Facebook post thanking her cast-mates following the cancellation 'It was one of the best times of my life': Kate Bornstein also tweeted after hearing the news She added: 'Official word from the network today- a hard choice for them, I know. I'll have more to say about this in weeks to come, but for now I'll simply say I'm proud of everything we accomplished, and I send everyone involved my very sincere gratitude, and my love.' lace front wigsAnd Kate tweeted: 'Ah, #iamcait is done now. It was one of the best times of my life. Made such good forever friends. #allshowsclose.' Caitlyn's ex-wife Kris Jenner, daughters Kendall and Kylie Jenner and former step-daughters Kim and Khloe Kardashian also made appearances on I Am Cait during its run. Support network: The Olympian was joined on the show with fellow members of the transgender community, including (L-R) Chandi Moore, Candis Cayne, Ella Giselle and Jennifer Finney Boylan

Lady Gaga is to star in the remake of THE hit musical A Star Is Born alongside Bradley Cooper, who also makes his directorial debut with the weepie. The movie is due to start production next year in California and Gaga will compose and perform new music for the soundtrack. The 30-year-old's name was first mentioned in association with the project back in June but her casting was confirmed on Tuesday by Deadline Hollywood. She was born for it: Lady Gaga, seen at Tony Bennett's 90th birthday bash earlier is August,  is to star in the remake of hit musical A Star Is Born alongside Bradley Cooper cosplay wigsThe movie tells the story of a young singer-actress who finds fame and romance after she captures the heart of a fading movie star, to be played by Bradley, 41. As his plummeting career and alcoholism take their toll, her star continues to rise. The new film is the third remake of the original love story released 80 years ago in 1937. Back then, Janet Gaynor played the ingenue and Fredric March was the falling star. Judy Garland and James Mason had a go at it in 1954. Double hitter: The 41-year-old actor, pictured at the Los Angeles premiere of War Dogs on Monday, will also makes his directorial debut with the weepie In 1976, Kris Kristofferson played a fading rock star with Barbra Streisand as a songstress on the rise. It's the first starring role in a movie for Lady Gaga, whose real name is Stefani Germanotta. However, the Born This Way songstress has been building her acting creds by co-starring as The Countess in FX's Golden Globe winning American Horror Story. Ups and downs: The 30-year-old stars as a young singer-actress who finds fame and romance after she captures the heart of a fading actor, to be played by Bradley Meanwhile, the movie has been a long time in the works. Beyonce was earlier pegged for the role of the young star on the rise, but the casting fell through after the Crazy In Love singer became pregnant with her daughter Blue Ivy, now four years old. 'The world is in for a treat as these great artists craft an all new vision of A Star is Born,' Greg Silverman, Warner Bros. president of creative development and worldwide production, said in a statement. Small screen to big screen: The Born This Way songstress has been building her acting creds by co-starring as The Countess in FX's Golden Globe winning American Horror Story